Cerca
Close this search box.

PrEP contro HIV: fa per te?

Che cos’é la PrEP?

La profilassi pre-esposizione (PrEP) è una strategia di prevenzione dell’infezione da virus HIV che consiste nell’assumere farmaci anti-HIV pur essendo sieronegativə. Si tratta di due principi attivi antivirali contenuti in un’unica compressa: tenofovir disoproxil ed emtricitabina, la cui associazione è nota commercialmente col nome di Truvada ®.

Nel mondo si stima che almeno 3 milioni di persone abbiano accesso a questa importante risorsa profilattica. Il rapporto redatto nel 2020 dall’ECDC (centro Europeo per il controllo delle malattie) ha raccolto i dati delle popolazioni europee ed asiatiche, documentando l’efficacia della PrEP già dimostrata dai precedenti studi condotti da Hornet Gay Social Network, dagli studi PROUD, IPERGAY e EIMS 2017.

Il contributo della comunità LGBTQIA+

I primi risultati sono basati su studi che hanno previsto come campione l’arruolamento di persone MSM (uomini che fanno sesso con altri uomini) e in generale persone della comunità LGBTQIA+. Questo assunto parte dal considerare la comunità omo-bisessuale come esposta a comportamenti sessuali a maggior rischio di contagio. Grazie ai risultati ottenuti, ma soprattutto grazie all’attivismo transfemminista intersezionale, oggi possiamo estendere l’informazione e inquadrare la popolazione a rischio indipendentemente dall’orientamento sessuale, abbattendo per la seconda volta dopo gli anni ’80 il muro di pregiudizio che non l’HIV, ma l’ignoranza, ha alzato nei confronti della comunità LGBTQIA+.

Come so di essere una persona a cui PrEP è raccomandata?

Sono candidatə all’utilizzo di Truvada ® se:

Ho una relazione sessuale con un partner che ha un’infezione da HIV in cui però il virus non è ben controllato dalle terapie: o perché non assunte in modo corretto o perché l’infezione è molto recente e le terapie ancora non hanno avuto l’effetto di controllo stabile della carica virale.

Ho incontri sessuali casuali o ho stabilmente più partner e non uso sempre il preservativo.

Non sono ancora a conoscenza dello stato HIV del/dei partner.

Ho partner ad alto rischio di infezione da HIV: ad esempio fa uso di droghe endovenose ed ha più partner sessuali.

Condivido materiale per iniettare droghe endovenose.

Ho avuto un’infezione a trasmissione sessuale negli ultimi sei mesi.

Come assumere PrEP?

La pillola PrEP va assunta sotto stretto controllo medico per monitorare trimestralmente il proprio stato sierologico e di salute in generale. In linea generale non sono presenti controindicazioni per le persone che rientrano nelle categorie di rischio definite, e gli effetti collaterali più comuni quali nausea, vomito, vertigini sono legati usualmente soltanto al primo periodo di assunzione.

L’assunzione della pillola deve essere quotidiana per garantire la sua efficacia, inoltre non è indefinita nel tempo: va considerata e concordata con lə medicə nel periodo estremamente variabile di tempo in cui si assumono comportamenti sessuali o di dipendenze patologiche considerate a rischio di contagio.

Se prendo PrEP posso non usare il preservativo?

NO! PrEP non protegge da altre infezioni sessualmente trasmesse. Il preservativo è lo strumento migliore per la prevenzione delle malattie sessualmente trasmesse come la gonorrea, la sifilide, la clamidia, l’epatite B e C.

Picture of Dominica Lucignano

Dominica Lucignano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Post

Vita da fan: Il mio idolo in fiamme di Rin Usami

Attualità, Letteratura, Recensioni

Alle origini della violenza: lo stupro nei miti dell’antichità classica

Femminismo, Storia

Pro-Vita VS Pro-Aborto: siate Pro-SCELTA

Attualità, Femminismo, Salute

Dal bookclub Storie di corpi – Melissa Broder “Affamata”

Letteratura

Cookie & Privacy

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per altre finalità come specificato nella Privacy Policy
Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie utilizzando il pulsante “Accetta”. Chiudendo questa informativa, continui senza accettare.

Charlotte Corday, Violet Gibson e la violenza politica femminile